fbpx

Namasté*,

sono giorni estenuanti per tutti. Siamo costretti a stare distanti l’uno dall’altra, fermi, isolati. Non prendiamoci in giro con frasi positive che lasciano il tempo che trovano, ma focalizziamoci su ciò che sta accadendo e su cosa sta accadendo dentro di noi.

Non possiamo sfuggire da noi stessi e dall’ascolto dei nostri bisogni.
Non possiamo restare fuori dal fatto che ci sono persone – anche a noi vicine – che stanno salutando a distanza i loro cari che attraversano il velo per tornare alla fonte.
Sappiamo che il loro viaggio li porta nell’amore incondizionato, ma il distacco non è privo di dolore, anche  perché non ci è possibile salutarli come vorremmo.

Le emozioni sono forti, fortissime.
La sensazione è quella di una battaglia invisibile.
Fuori sembra tutto come prima, ma sentiamo nel profondo che questo periodo porterà ad un cambiamento che ancora non riusciamo ad immaginare.

Tutti fermi, ma la trasformazione si fa strada come un’onda irrefrenabile.

Non è facile.

Ogni giorno mi fermo e mi connetto a ciò che sta accadendo con amore e mando luce ad ognuno di voi, come una madre che pensa con tenerezza ai propri figli.
Vi sono vicina, è questo che voglio dirvi oggi.
Sono vicina a tutto e tutti nonostante la distanza fisica che va rispettata.

Vi scrivo anche perché desidero raccontarvi qualcosa di straordinario che è successo e che mi ha commossa.

Due persone che hanno lavorato con me per la loro crescita personale mi hanno scritto perché vogliono fare qualcosa per aiutare gli altri.

Si rendono conto che, oltre alle necessità materiali, c’è anche bisogno di essere aiutati spiritualmente e moralmente.
Per questo motivo hanno deciso di creare un fondo dove chi si trova in ristrettezze economiche – p. es. a causa dei blocchi che ci hanno imposto – possono attingere per ottenere il mio sostegno con sessioni private, costellazioni o coaching online.

Una sorta di buono che posso consegnare a chiunque abbia bisogno.
Queste anime meravigliose  sono grate per la loro abbondanza e si preoccupano per chi invece non ha più entrate o molto meno di prima.
È un bellissimo gesto nato dopo una discussione avuta online in cui ho deciso di aprire le costellazioni a tutti e lasciare la libertà ad ognuno di decidere se pagare o meno in base alla propria situazione economica.
Praticamente io non guardo chi paga o no e ogni volta che ricevo un pagamento lo prendo come un regalo mentre la persona che versa i soldi si rende conto con più consapevolezza dello stato di grazia in cui si trova. Interessante, vero?

Vi ho voluto mostrare uno dei lati di questo importante periodo che ci chiama al cambiamento, ad oltrepassare i nostri limiti, a preoccuparsi e curarsi dell’altro, chiunque sia quell’altro perché siamo tutti uniti da una rete invisibile che ci rende un’unica entità interattiva.

Se sei tu quella persona che attualmente non può permettersi un sostegno spirituale e credi che io possa aiutarti o se conosci qualcuno che ne avrebbe bisogno non esitare a contattarmi. Semplicemente.

Io ci sono e sono circondata da persone che vogliono aiutare e condividere con tutto il cuore e grande generosità.
Tutti per uno, uno per tutti.
 
Vi penso con amore e vi sono vicina.

*le qualità divine che sono in me si inchinano alle qualità divine che sono in te