fbpx

Cosa vi siete persi nelle costellazioni dell’11 giugno e che voglio condividere con voi

Ci sono situazioni in cui ci troviamo costretti ad avere a che fare con persone che apparentemente non vogliono il nostro bene. Sono uomini o donne prevalentemente insicuri che ci guardano con occhi giudicanti e che misurano noi eil mondo in base alle loro unità di grandezza che sono inquinate da paure e i sensi di colpa.

Non è facile avere a che fare con loro perché scoperchiano i nostri lati bui, le ferite ancora aperte e spesso ci forzano a dirigerci altrove ribellandoci a ciò che non sentiamo più nostro.

Queste persone sono il nostro strumento di crescita; dei messaggeri che si sacrificano per noi in modo da farci proseguire verso il nostro VERO percorso.

Ci siamo persi? Ecco che arrivano loro togliendoci dallo stallo e prendendoci a calci per farci tornare sulla strada giusta. Lo so che quando ti sono vicini non riesci a vedere la loro utilità, ma se ti trovi in una situazione così è perché devi guardare altrove, OLTRE a questi limiti, e osservare dove ti sta portando la situazione spiacevole in cui ti trovi ora. 

Guarda più in là, cosa c’è da osservare? Dove ti stanno spingendo queste persone che non ti lasciano tranquillo/a?

Anche nell’ambito privato gli individui che ci circondano hanno il compito di rivelare ciò che noi non vogliamo consapevolizzare; soprattutto nelle relazioni. 

Quanto ti fidi di ciò che stai esteriorizzando tramite i tuoi alleati? 

I tuoi amici, il tuo partner, il vicino di casa, perfino il tuo cane, è a tua disposizione come strumento di misura e analisi. Ovviamente questo significa che anche tu lo sei per loro.

Per saper cogliere i messaggi che ti inviano in continuazione devi prima di tutto avere FEDE e AFFIDARTI a questo nuovo modo di osservare la realtà. Dal momento in cui gli apri la porta del tuo cuore, loro non faranno altro che tentare di illuminare le zone buie del tuo animo delicato per far sì che tu ti conosca (riconosca) sempre più a fondo.

“Finalmente posso accoglierti nella mia vita in modo nuovo e pulito e con te apro una nuova strada”

Quanto ti fidi veramente di chi ti sta accanto? Quanto gli permetti di mostrarti le tue paure? E soprattutto quanto ti permetti TU di andare OLTRE le tue paure?

“Perdona chi ti ha fatto male per spingerti verso il tuo bene e perdonati per esserti fatto/a male per arrivare al tuo bene”

In fondo ogni calcio nel sedere non è altro che una spinta in avanti. Se non riesci a vederlo chiaramente in questo momento, non fa niente. Se ti arrabbi e maledici chi pare che ti stia ostacolando, non fa niente. Se sei convinto di essere la vittima di ciò che sta accadendo, non fa niente. Però, quando capirai che senza queste persone non saresti chi sei e non avresti avuto lo stimolo per raggiungere i tuoi obiettivi … ricordati di perdonarli, ringraziarli per il loro sacrificio e liberarli da ogni giudizio precedente.

La vita è un bellissimo videogame che ti spinge a superare quanti più livelli ti è possibile per il tuo massimo bene. Non fermarti alle apparenze, abbi FEDE, tutto succede per farti progredire… Non esistono bene e male, esiste solo la possibilità di evolvere e arricchire il nostro spirito.
L’universo è un maestro flessibile che ti propone la conoscenza in tutte le versioni che possono essere efficaci per raggiungere il tuo cuore. Sta a te coglierle e farle tue per passare all’esperienza successiva.
Più ti apri alla possibilità del cambiamento, più l’universo ha l’opportunità di proporti la conoscenza in modo morbido e seducente. Abbi FEDE e ACCORGITI di ciò che accade anche intorno a te.

 

Con amore e fede,

Sonia