fbpx

Il corpo è una meraviglia! Demonizzato negli anni come qualcosa di sporco da nascondere è in realtà uno strumento eccezionale di percezione, un dono di Dio che ci permette di ascoltarci, osservarci e connetterci con l’universo e con gli altri esseri divini che incontriamo sulla terra.

Ci siamo allontanati dal corpo pensando di poterci staccare da ciò che è terreno, umano, imperfetto, ma lui ci mostra incessantemente sintomi e sensazioni.

Come ogni strumento ha bisogno di essere consapevolizzato attraverso l’osservazione e l’allenamento.

Per essere in grado di “utilizzarlo” al meglio bisogna essere disposti ad andare oltre al suo conosciuto e sperimentato uso meccanico per aprirsi al fatto che può divenire un’antenna di percezione extrasensoriale; una sorta di bussola da osservare senza collegarla ad una elaborazione mentale.

Che strumento straordinario ed eclettico! È ora di viverlo e sperimentarlo in modo da ottenere il suo massimo potere da tutti i punti di vista.

Il corpo collegato ad una mente consapevole è uno strumento eccezionale ed entusiasmante per alleggerire il nostro percorso sulla terra mostrandoci la realtà per quello che concretamente è: una continua costellazione, un sogno della coscienza da cui noi possiamo attingere per arricchire il nostro spirito e trarre il massimo beneficio dalla scelta che abbiamo fatto quando abbiamo deciso di sperimentare questa vita.

Da bambini lo viviamo intensamente, senza vergogna, nell’appagamento totale e nella percezione primordiale; la gioia di percepire attraverso il corpo dev’essere riattivata in questo modo per poterne godere appieno, come una continua scoperta nell’affidamento di percezioni sempre nuove.

Quando impiego del corpo come strumento di percezione nel ruolo di Costellatrice Quantica azzero ogni collegamento con ciò che è la mia esperienza personale e tutte le informazioni che mi rendono unica e separata dagli altri per affidarmi al campo collettivo in modo da essere uno strumento neutro al servizio dell’altro. In questo modo posso percepire in ogni forma – visiva, uditiva, sensoriale, percettiva, ecc.- il messaggio che può essere d’aiuto per accompagnare non solo il costellato e gli interpreti chiamati nel campo, ma anche tutte le energie che chiedono di essere mostrate, ad un nuovo equilibrio più armonioso focalizzato sul massimo benessere di tutti e tutto.

 corpo spirituale

Inoltre il corpo ci ricorda in ogni momento l’umiltà che è necessaria e preziosa per ricordarci che non esistono dislivelli e che siamo tutti qui sulla terra per metterci in gioco e confrontarci come figli e fratelli di un unico scopo divino: l’arricchimento della coscienza collettiva come esseri collegati in modo da creare un unico individuo: Dio, l’unione di tutte le anime, l’unione del tutto.

Siamo UNO, scintille divine, una briciola dell’Universo, un sassolino del mondo. Siamo piccoli ed unici, ma così grandi che senza di noi il tutto non sarebbe completo.

Il nostro valore è pari a quello dell’Universo. È quindi nostro diritto e dovere liberare la nostra potenza per essere il valore aggiunto al servizio di noi stessi e degli altri.

Siamo AMORE da manifestare attraverso il corpo, la mente e l’anima.

Non so cosa fare in una situzione, il campo quantico mi può aiutare?

Vuoi conoscere meglio le costellazioni quantiche? Scrivimi qui.

1 + 14 =