fbpx

Nel 2020 ne abbiamo viste di tutti i colori. È stato come vivere un sogno lucido. Una situazione che usciva dalla nostra concezione logica e che saremmo forse riusciti ad immaginare se fosse stata lontana da noi.

Invece no. Per una volta è successo qualcosa che ci ha uniti tutti indistintamente e ci ha fatto capire che le distanze non esistono. Io e tanti altri ripetiamo “siamo uno” ed è ciò che abbiamo visto in modo così chiaro da sembrare una sberla in volto. Siamo tutti uniti, collegati, e per essere efficaci dobbiamo tutti agire INSIEME per il nostro bene attraverso il bene dell’altro.
Pensa un po’ te che messaggio potente ci porta questo esserino che ci fa tanto arrabbiare perché limita la nostra libertà.
È incredibile come qualcosa di invisibile possa cambiare la nostra vita in questo modo.

Invisibile ma presente e potente.

Uno dei suoi più grandi poteri è proprio l’adattamento.
Altro messaggio da tenere presente.

“La misura dell’intelligenza è data dalla capacità di cambiare…”

– Albert Einstein

E quanto siamo stati in grado noi di adattarci? Di riflettere? Di trovare i perché? Di trovare nuovi modi di agire? Di ascoltare il messaggio che ci porta questo periodo così sensibile? Di osservare la paura in noi e negli occhi degli altri?

Quest’anno è stato intenso e ci ha messo molto alla prova. Quest’anno siamo stati davvero costretti a grattare il fondo per trovare tutta la nostra determinazione e non lasciarci trascinare dal turbinio dei gridi d’allarme che ci hanno scossi nel profondo. Quanto ti sei permesso di chiedere aiuto? Quanto ti sei sentito vicino a tutti e tutto nonostante le distanze fisiche? Quali modi hai trovato per trovare il contatto?
Non voglio trasformare ogni cosa in peace and love anime care, non sono la tipa e credo che ormai conoscete il mio stile genuino. Non voglio dirvi che tutto ha un senso e che presto sarà chiaro. Non voglio parlarvi di portali, eclissi o altro. Io parlo di sfide e quest’anno è stato un susseguirsi di scelte, possibilità, domande, rinunce, provocazioni, confronti e prove.
Cosa vi ha mostrato nella sua potente espressione? Quali obiettivi avete raggiunto nonostante le avversità? Quali avete raggiunto proprio grazie a queste ultime? In che modo siete riusciti a conoscervi ancora meglio? In che modo vi siete avvicinati agli altri nonostante le distanze? Avete osservato meglio lo sguardo di ognuno grazie alle mascherine? Avete riconosciuto le emozioni attraverso gli occhi? Siete riusciti a comunicare in modo diverso dalla parola?
Ma soprattutto, vi rendete conto che siete vivi? Forse vi siete ammalati e siete stati così forti da essere guariti. Grandioso! Forse siete così forti da non esservi nemmeno ammalati. Non è fantastico?
C’è chi invece ha lasciato questo mondo e abbiamo dovuto affrontarlo in un modo nuovo. Sei riuscito ad osservare questo internamente? Sei riuscito a salutare una persona che ti è stata vicina senza poterle essere accanto? Che traguardi importanti che hai superato! Forse non sapevi nemmeno tu di avere questa forza prima di trovartici davanti. Hai fatto tutto in modo eccellente ed ora stai leggendo queste righe. Sorridi…. Il 2020 è stato un anno potente e tu lo sei ancora di più. Sono fiera di te!
Ora fermiamoci qualche giorno. Festeggiamo. Brindiamo a noi e prepariamo la nuova vision board (visualizzare gli obiettivi) per il nuovo anno!
Siamo più forti, siamo più uniti, siamo creatori della nostra realtà!
Di auguri non avete bisogno, meglio un GRAZIE detto con la mano sul cuore. Vi ringrazio con tutto l’amore che ho per aver fatto parte del mio 2020 e vi invito a far parte del mio futuro per creare insieme un mondo pieno di luce e benessere!
L’universo ci sostiene <3

Un abbraccio caldo e luminoso vi giunga ora e vi porti gioia e gratitudine,
Sonia