fbpx

Cosa vi siete persi delle Costellazioni Quantiche ONLINE del 13.01.2020 e che voglio condividere con voi

Il femminile che si mostra

Alla persona costellata dà fastidio essere gelosa del suo compagno e lo mettiamo in campo per osservare da dove proviene questa sensazione che vorrebbe allontanare dalla sua vita. Ci tengo a premettere che non si tratta di reazioni violente o altro, ma solo di una percezione di disagio.
Il campo ci sorprende perché non mostra particolari movimenti se non quando diamo la parola alla parte “sicura di sé” della persona costellata. Il messaggio è sorprendente e lo traduco brevemente così:

“prima di allontanare quest’emozione è giusto che tu la mostri senza nasconderti sempre dietro al sorriso o al “va tutto bene”. Devi lasciar trasparire anche le tue debolezze per farti conoscere e permettere a chi ti sta a fianco di aiutarti e mostrarsi nel suo ruolo.”

Le emozioni sono un mezzo potente che sentiamo attraverso il corpo e ci aiutano a capire quali sono i nostri lati più sensibili che PRIMA dobbiamo ASCOLTARE, poi PERCEPIRE attraverso il corpo e infine ci spingono ad AGIRE per il nostro massimo bene.

In questo periodo di “spiritualità a tutti i costi” pare quasi che ci si debba vergognare delle emozioni classificate come “negative” e che siano sintomo di debolezza. Io ti dico che ogni emozione è giusta e serve per conoscersi. Non scappare dalle sensazioni e non cercare di soffocarle o ancora peggio ignorare. Piuttosto fermati e falle uscire con un pianto liberatorio per poi ritrovare la calma e “vedere” come proseguire. Non è sempre tempo di elaborare, scavare, sviscerare … a volte è più efficace e urgente fermarsi e lasciar fluire. Non dimenticarti mai che sei umano e che vivi sulla terra

Il loop della primogenita

Partiamo da un discorso che riguarda la mamma e la difficoltà a dimostrarle amore anche nei gesti. La persona costellata ha già lavorato più volte sul rapporto con la madre portando nella loro unione una migliore armonia, ma ancora non riesce a lasciarsi andare nelle espressioni d’amore. Ci accorgiamo che si tratta di una ripetizione nel ramo femminile dell’albero genealogico e mettiamo in campo anche l’energia “il fluire dell’amore”. Nella Costellazione il ruolo della “primogenita” parla subito di qualcosa di pesante da lasciar andare e facciamo dei tagli per sciogliere i blocchi (ad es. sigilli, promesse, contratti, ecc.) che si ripetevano da non so quante generazioni.

Alla fine “il fluire dell’amore” crea un cerchio che unisce la mamma, la costellata e il ruolo della primogenita portando finalmente quell’armonia che mancava.

Riflessione: a volte non sei tu il responsabile di un blocco, ma hai la possibilità di scioglierne alcuni vecchi dei quali senti il peso e le limitazioni. Quando fai questo diventi il/la terapeuta dei tuoi avi e delle generazioni future. Onore a te che ti metti in gioco e ti impegni a nome e per amore del tuo albero genealogico che stai curando e a cui stai dando nuova linfa carica di armonia e pace.

La verità, un bisogno ma anche un diritto

Al termine di una storia d’amore la persona che chiede la Costellazione vuole sapere i veri motivi per cui si è verificato questo allontanamento. Premetto che si tratta di una donna molto coraggiosa che è solita mettere in discussione prima sé stessa e che non entra nel giudizio, ma piuttosto nella visione evolutiva delle questioni. Chapeau…

Metto in campo il “lui” e la “verità”. Bellissima costellazione dove la verità dice alla Costellata che le piace molto e che il “lui” è nel pieno giudizio, che sta facendo lo struzzo e questo gli permette di non prendersi le sue responsabilità. Il “lui” entra in scena e fa sorridere tutti perché è nel caos, confuso, si fa domande e si auto-risponde in modo goffo e alla fine dice anche che ci sta bene in quel casino e che non è ancora cosciente di essere cieco. (urca!!)

(N.B. io spesso resto a bocca aperta quando nelle Costellazioni Quantiche – dove nessuno conosce né il tema né il ruolo che sta interpretando – la situazione che chiediamo al campo di mostrare è così assolutamente perfetta e chiara!)

La costellata è sollevata perché il campo le ha confermato che non si trattava solo di roba sua (per parlare in modo esplicito) ma c’era un blocco anche nel “lui” che ha portato alla separazione e che, tra l’altro, non gli ha permesso di parlare in modo chiaro visto che è nel caos.

Conoscendola non ne dubitavo, ma sono contenta che abbia ricevuto le sue conferme (anche la mente ha bisogno di aiuto ed è giusto) e che alla fine ci sia stato un significativo “vaffanculo” liberatorio. Eh sì, la spiritualità è anche questo! Nel mondo sottile sono spesso più diretti di quanto lo siamo noi!

Sono felice di essere uno strumento di osservazione neutra e di crescita personale. Amo il mio lavoro! E amo tutti voi!

Sonia

Prossime Costellazione Quantiche ONLINE: mercoledì 27.01 e martedì 2.02 dalle 19.30